discoteche Roma ListaSuperman

Discoteche e locali a Roma scelti e vissuti da ListaSuperman.

Chiariamo subito una cosa: se vi serve un sito coi migliori eventi in discoteche a Roma, andate su discotecheroma.events . E’ un sito scritto da me sugli eventi migliori a Roma, solo con locali che ritengo possano piacere ad un pubblico variegato, dai giovanissimi, agli amanti dei dj internazionali, a chi cerca serate esclusive.

E allora a che serve questo sito? Questo è ora il sito di listaSuperman. Solo ed esclusivamente me in quanto lista Superman, promoter di discoteche a Roma dal 2004. In realtà la storia è questa : per anni questo è stato fra i primi siti che trattava di discoteche romane, ma solo nelle serate che io sceglievo. Successivamente mi venne l’idea di fare un sito catalogo, discoteche-roma.net, dove mettere tutti i locali possibili e immaginabili e tutte le serate del caso, cercando di ordinarle in qualche modo. Vari episodi mi hanno portato a trascurare un po’ i siti e a perdere l’entusiasmo di andare in serata, anche se il mio lavoro l’ho sempre fatto con professionalità. Dopo un anno mi ritrovai così a riandare a controllare i miei siti e mi accorsi che erano quasi spariti da google. Ho così ricominciato scrivendo il sito di cui sopra, ed ero indeciso su cosa fare con questo listasuperman.com Mi venne in mente di abbandonarlo tanto ormai è fuso dissi. A questo punto andai a vedere per curiosità uno strumento online che misura l’autorità di una pagina e di un sito. Misi listasuperman.com Uscì 48 su 100. I siti attualmente più indicizzati e popolari non solo a Roma hanno 27. Da li mi venne un lampo, un flash back: me di fronte Le Terrazze all’eur che parlavo con una mia vecchia collega pr, e guardavo il mare di gente che si apprestava ad entrare… una stranissima sensazione mi assalì… io sono sempre andato in serate e conosciuto migliaia di persone, alcune delle quali viste solo una volta in tutta la mia vita. E vedevo le listare, la sicurezza i clienti, come ognuno di essi in qualche modo mi ricordasse un equivalente di qualche serata di qualche tempo fa. Si dice quanta acqua è passata sotto i ponti… beh quanta gente è passata davanti a me! Quante esperienze quante persone ed episodi. Questa è quella che sento essere la mia autorità. Anni di lavoro costante ed assiduo, anni di conoscenze, amicizie, favori, speranze e delusioni di chi ha vissuto il mondo della notte non solo dietro un pc ad indicizzare, ma a rispondere al telefono cercando di mantenere un rapporto umano con chi parlavo. Cercando di essere più di un semplice call center, ma di dare consigli su dove passare la serata, perchè voi mi stavate dando fiducia, stavate affidando a me come vi sareste divertiti quella serata. E mia responsabilità, l ho sempre sentita responsabilità, fare il massimo in mio potere per farvela passare nel migliore dei modi.  E fidatevi, quando ci sono in mezzo dei soldi, è facile voler convincere gli altri, e forse pure se stessi, che quella è la miglior serata a Roma e che vi divertirete, che c’è bella gente, bella musica e aria condizionata! E, sinceramente, all’inizio ci sono cascato anche io: per alcuni locali mi dicevo ”oh si guarda che figa quella, questo è un posto con belle donne! guarda quanta gente in fila questo è proprio il locale piu’ richiesto a Roma!” e via dicendo… La realtà è che non frequentavo locali e non so come stavano realmente le cose. Ma sbagliando s’impara. Come detto questo è ora il sito di listaSuperman. Voglio scrivervi pertanto la mia storia…magari qualcuno rileggendola si ricorderà di posti e luoghi ormai scomparsi, o di quella ragazza che gli fece perdere la testa in quel locale… e che ora ha famiglia!:) Si molte mie ex clienti sono ora sposate… fa un certo effetto vederlo…mi viene da pensare che a volte a Roma l’obiettivo delle discoteche sia esclusivamente accoppiarsi e dopo di chè, addio! Io penso che nei bei locali ci si possa divertire anche in coppia, io li consiglio come disco pub grandi!:) Inizio a fare il promoter che era il 2004, circa almeno:) L’idea era di avere qualche soldo in più e conoscere gente nuova perchè mi sentivo limitato dalle amicizie dell’epoca. Così da portaportese inizia per un locale dell’eur, chissà se c’è ancora, era il Down Town a eur palasport, l’ex G&G. Il locale aveva un pubblico misto, un po’ piccolino, ma alla fine si riempiva. Li seguivo i consigli del mio capo pr. Arrivavo presto al locale, stavo sulla porta e davo drink ai clienti. Peccato che di clienti non ne avevo, per cui cominciai coll andare nei posti notturni frequentati a dare biglietti e conoscere gente. Da una parte mi gasava dall’altra era deprimente vedere che di 1.000persone conosciute, ti contattavano in 3 e di queste 3 che magari si mettevano in lista, stavi li ad aspettarle fino all’1.30 ma non arrivava quasi mai nessuno. Certo è che quel gruppo che poi ti chiamava ed entrava, casomai in 15, ti faceva sentire un grande per un mese. Ah non vi ho detto che scelsi da subito il nome lista Superman, poichè già c’erano tutti personaggi di fumetti..ma nessuno aveva il coraggio di chiamarsi Superman… troppo vistoso, troppo eccentrico… ed è per quasto che lo scelsi. Inutile dirvi che pr d’esperienza e con la puzza sotto il naso rimasero di stucco a leggerlo…chi lo criticava, chi ci rideva, ma quando cominciarono a leggere i risultati si ricredettero… o comunque si azzittarono:) Le serate proseguirono discretamente, ci fi qualche iniziativa la più divertente fu quella denominata Eur Gente Figa. Alla riunione fra noi pr il capo disse: io manderò domani un messaggio a tutti con scritto: ”domani ti dirò una cosa importante” e non risponderò a nessuno fino al giorno dopo! e tutti si chiederanno cos’è cosè? e il giorno dopo gli dirò della serata Eur Gente Figa: ti considero una persona figa e ti invito. Voglio che vieni vestita con la massima eleganza! Ci saranno porsche, ferrari e lamborghini di fronte al locale dei miei amici! …io segui alla lettera al consiglio…con l’unica differenza che quel promoter aveva numeri di clienti-amici che conosceva da anni… io di sconosciuti incontrati per strada chissà quando che nemmeno si ricordano di me, o dagli annunci internet, mai visti di persona… quando gli mandai quel messaggio… potete immaginare le reazioni…si anche minacce di morte :) Arriva finalmente l’estate e io sono fomentato all’idea dei locali estivi. Shilling, open bar, Barkabar, con tanto di pubblicità su emittenti locali notturne! Mi sentivo aver fatto un salto di qualità. Poi ostia all epoca la sera era intasata di macchine, tutti li andavano! E io chiuse le liste ne approfittavo per andare nei parcheggi e mettere i volantini col mio nome stampato. Si dice che la gente usciva dal locale ubriaca leggeva ”Superman? chi cazzo è Superman???” . Li cominciai a notare anche gente , forse elegante forse semplicemente snob, che mi guardava la sera alle 23  dove andavo ad invitare le persone con la faccia ”che fallito che sei il sabato sera a stare x strada a lavorare”. E non vi nascondo che qualcuno quando leggeva il biglietto da visita con scritto lista Superman, rideva alla grande sprezzante. Quando si dice pregiudizio… Nonostante tutto devo dire che mi divertivo, bevevo e conoscevo persone. L’anno della svolta mi pare fu quello dopo… Spazio 900… se ne parlava un gran bene, grazie a degli amici pr cominciai ad avere la possibilità di andarci a lavorare… un altro mondo, un locale immenso serate esclusive veramente, mille richieste. Ebbi la bella idea di farmi un sito, imparando tutto da solo, e sponsorizzare quel locale… il bello è che all epoca in pochi stavamo li, per cui ricevetti sempre più una miriade di chiamate. In pochi mesi divenni la lista numero uno a Spazio 900 e, una serata di venerdì dove non ci stavo fisicamente ma avevo la lista aperta, feci 210 e, non vorrei vantarmi o sbagliarmi, penso sia attualmente il record di lista personale della storia del locale. L’unico problema di Spazio900 era che apriva poche volte al mese, per cui mi dovevo trovare altre sistemazioni. Dando un po retta al mio vecchio capo che mi diceva che quella gente li era poco remunerativa, che andava solo in certi locali, rinunciai ad andare a lavorare all’ Art Cafè per scegliere un locale che pagasse bene, il Cosmopolitan a portuense. Chi lo sa, col senno del poi se ho fatto bene. Probabilmente no, la gente che mi chiamava per Spazio900 mi chiedeva poi l’Art Cafè e io invece gli dicevo che stavo al Cosmopolitan che era bello…e infatti male non era, solo che parte della gente non era molto soddisfatta nonostante zero fila e drink a non finire. Ero convinto che potevo scegliere io la cosa migliore per loro e, senza nemmeno aver mai messo piede all’ Art Cafè, avevo deciso che li che mi pagavano il triplo era la cosa migliore. A Spazio900 continuai a grandi livelli, prendendo sotto la mia ala nuovi pr. Ma la svolta fu per il Capodanno, dove col mio nuovo socio rischiammo di puntare tutto su Spazio900: alla fine facemmo il 70% del locale, annientando tutte le gerarchie e diventando noi la nuova realtà a Roma: tutti i pr a Roma volevano quei biglietti e tutti venivano da noi. Il pr deriso come Superman che faceva da 0 a 5 persone a sera ora è diventato il più forte e influente a Roma! Mi viene in mente qualche giorno dopo quel successo meraviglioso, che comprai una pianola per pc e inizia ad imparare a suonare il pianoforte, e ogni tanto mi interrompevo per rispondere a qualche pr che mi supplicava di venire a lavorare per me..mi sentivo tipo il padrino:) Spazio900 divenne il mio stile di vita si può dire, lo osannavo come una divinità! Ma il tempo passa e nulla è eterno. Il pubblico si stufa, si sposa, va a vivere all’estero…e allora il locale cerca di cambiare di pari passo, di puntare di più sulla musica…e vuoi per un motivo vuoi per un altro, la richiesta inizia a scemare. Io nel frattempo inizio sempre una maggiore repulsione per i coatti. O i prepotenti. Gente che viene in serata pretende chissà cosa, alza la voce ed è maleducata. Tenta di manipolarti, vuole farti sentire in colpa per qualsiasi cosa. Inizio a guardarmi intorno. Ostia d’estate c’è una X sopra. Visitai l’Art Cafè estivo che quell’anno era veramente piccolo, ma l’atmosfera mi piacque… il fascino del centro e di villa borghese poi… solo che i pagamenti quasi non c’erano per cui ancora una volta dissi no. Continuai sempre Spazio900 e altri eventi, da quelli più giovanili al Vogue agli esperimenti al Joia a testaccio. AL Vogue feci amicizia con molte persone e divenne pertanto una sorta di ritrovo amichevole. Ma cominciai ad avvertire il crollo di richieste e sinceramente non sapevo cosa fare. Eppure i miei siti andavano bene! Passò il tempo, e con altri colleghi iniziammo l’estivo in locali esclusivi per gente adulta. Il Sofia e il Vista. Del Sofia soprattutto amavo l’atmosfera, tutte quelle ragazze tranquille e con quegli abiti da sera firmati! Da li naturale conseguenza seguire questo gruppo all’invernale all’Art Cafè. Finalmente si potrebbe dire! Eppure il locale era bello ma mi sentivo ancora fuori luogo… mi ricordo una sera una direttrice o responsabile che era venne da me e mi disse ”no, non puoi stare con questi capelli alzati” e me li pettinò di fronte a tutti con me impietrito e sbalordito! Ci chiarimmo ma li capii cosa voleva dire la camicia non basta. Ebbi un esperienza del genere ad un locale al centro. Arrivano 7 donne, dico al buttafuori ”è il suo compleanno” e lui che mi risponde? ”qui le donne sopra i 70kg non possono entrare, moby dick rimane fuori”…ad alta voce di fronte a lei… Non lo dimenticherò mai. Mi venne in mente che un pr si lamentava che in questi locali top esclusivi si adotta questo comportamento…e diceva ”la mia amica è cicciona ma ha un cuore grande così, cosa ne sai tu?”… lì la cosa mi schifò in un certo modo. Certo riconoscevo il fatto che uno va in un locale, vuole rimorchiare e allora preferisce tutti modelli e modelle. Ma arrivare al punto di discriminare sull immagine, e soprattutto quel senso di voler trasmettere all’altro ”non sei abbastanza” mi ripugnava. Vuoi per questo vuoi per quello, passano i mesi all’Art Cafè e io faccio piangere…nel senso ho molte serate in cui faccio zero. Un po mi ravvivo con l estivo, prima Ocean Blu, poi Green Polo club e Red Carpet, locali bellissimi e grandi. In agosto decido di partire per la sardegna a fare il pr in trasferta. Tutto il giorno e la notte a conoscere gente e, stando con amici, la cosa fu divertente! L’anno dopo invece molto meno: facevo un locale elegante, tutto stabilito a tavolino orari posti etc… non lo cosa era, forse la maturità sopraggiunta… o che stavo scardinando quelle vetrine di apparenza… fatto sta che conoscevo migliaia di persone… ma non mi sono mai sentito così solo in tutta la mia vita! Non chiedetemi perchè, non lo saprei dire. Forse per via di rapporti superficiali, forse che troppe persone conosciute, forse perchè ad un certo punto ti sembrano tutte uguali. Fatto sta che tornato a Roma x 7 giorni mi chiusi in casa senza parlare con nessuno e sparando a tutti su Call of Duty!:) Art Cafè… piano piano le cose cominciarono ad andare meglio, anche grazie all’aiuto di amici e amiche e ora… E ora eccomi qui… La passione per la recitazione mi aveva allontanato molto dalle serate nei locali…la realtà è che sono cambiato io, la gente che li frequenta e i locali stessi. Sembra che c’è molta meno gente che gira. E per curiosità i volumi di ricerca di discoteche sono circa 1/5 di quelle di anni fa. Non lo so qual’è il problema. Io adoro la musica e ogni anno sono sempre andato nei grandi party musicali in Olanda, Sensation White, ibiza, londra miami etc… ma il fatto è che qui a Roma sembra non si riesca a mantenere l equilibrio fra gente carina e tranquilla, musica, e location. Attualmente io sto sempre all’Art Cafè che è il locale che più si avvicina alle realtà estere. Progetti per il futuro? Beh ho deciso di reimpegnarmi a far passare belle serate alle persone…ad espormi di più e a non voler più pensare al mio tornaconto perchè alla fine…non ne vale la pena. Scorrete queste pagine e troverete dove io passo le serate. Andate invece su discotecheroma.events per scoprire gli eventi che sono sicuro sono di sicura riuscita, ognuno per un tipo di pubblico differente. Voglio lasciarvi con la canzone che per me rappresenta questo lavoro, fu la mia preferita quando inizia a lavorare e guardavo e ammiravo con un ”wow” interno questo mondo di locali Romani. Ogni volta che la sento rivivo tutti questi anni, speranze, progetti, delusioni…sarà il testo… Buona serata a tutti!

name=”botwspider”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

ListaSuperman pr discoteche Roma Art Cafè serate esclusive